Apprendistato, la porta d’ingresso nel mondo del lavoro

Post pubblicato il 08 marzo 2012

Il contratto di apprendistato è il protagonista di questa nuova puntata di “Diamoci da fare”!
Sono circa 500.000 gli apprendisti in tutta Italia, e grazie alla riforma attuata dal governo negli ultimi mesi sono destinati a diventare molti di più, come ci racconta Francesca Lusenti, referente per la linea apprendistato di Ifoa.

Il contratto di apprendistato prevede l’alternanza lavoro-formazione: l’attività lavorativa in azienda viene infatti affiancata a periodi di formazione professionale finalizzata all’acquisizione della qualifica per la quale la risorsa è stata assunta.

Grazie agli sgravi contributivi e all’erogazione di incentivi da parte dello Stato è infatti aumentato il vantaggio economico per le aziende che vogliono assumere e formare giovani, e quindi anche la possibilità dei lavoratori di farsi conoscere durante questo momento di formazione in azienda.

Il contratto di apprendistato genera sia vantaggi economici per l’azienda e sia vantaggi formativi per il lavoratore, che acquisisce competenze spendibili in azienda e in altre realtà.

Per l’azienda infatti l’apprendistato è un vero e proprio investimento sulla risorsa, e per tale motivo è molto alto l’interesse a mantenere il lavoratore in organico con un contratto a tempo indeterminato al termine del periodo di apprendistato.
Francesca di dice che il tasso di conversione dei contratti di apprendistato in contratti a tempo indeterminato è quasi del 90%!

Per saperne di più ascoltate l’intervista di Francesca a Controradio, la radio per i giovani che vogliono “darsi da fare”!

Lascia un commento