#Apprendistories: a Padova la parola d’ordine è monitoraggio

Post pubblicato il 23 maggio 2018

Tutte le aziende che assumono apprendisti hanno, per legge, l’obbligo di formarli. Ma sono poche le aziende e i dirigenti che sanno davvero quali sono le metodologie e gli strumenti a loro disposizione per assolvere questo dovere. Il nostro team della sede IFOA di Padova dedicato ai servizi per il lavoro composto da Serena, Giorgia, Elena ed Alessandra è in grado di supportare i tutor aziendali e gli apprendisti stessi dalla definizione dei contenuti del piano formativo fino al monitoraggio e alla certificazione della formazione stessa.

Ognuna di loro si occupa di aspetti specifici:

Serena Tagliavini è il principale referente per le aziende del territorio Veneto e in particolare gestisce i rapporti con le grandi aziende e i consulenti del lavoro avviando i percorsi formativi;

Giorgia Cossu segue tutta la procedura per  le piccole e medie imprese del Veneto;

Elena Zago segue i grandi clienti dislocati sul tutto il territorio Veneto che organizzano la formazione obbligatoria internamente alla loro azienda;

Alessandra Ventrella si occupa di redigere i piani formativi per gli apprendisti, gestisce e organizza i percorsi d’aula sul territorio nazionale delle aziende con sede legale in Veneto, predispone il materiale formativo e monitora la formazione sia in aula che da remoto.

La maggior parte dei nostri clienti multi-localizzati, hanno deciso, seguendo la normativa, di organizzare la formazione obbligatoria internamente all’azienda stessa” spiega Giorgia.

In occasione delle giornate di formazione d’aula, ci rechiamo nelle sedi aziendali in cui si svolge, per eseguire il monitoraggio della formazione on the job del singolo apprendista e la registrazione della formazione trasversale. Per ogni apprendista ci occupiamo della certificazione dell’ avvenuta formazione per ogni anno di apprendistato portato a termine.
Per le imprese venete, nostre clienti, siamo quindi diventati un punto di riferimento per la gestione dell’apprendistato. In particolare attribuiamo una rilevanza strategica alla fase di monitoraggio in sede aziendale, dove il singolo apprendista ha la possibilità di confrontarsi con noi su dubbi e perplessità rispetto al suo percorso formativo. Questo confronto è un aspetto distintivo e importante sia per l’azienda che per l’apprendista che incide positivamente sui risultati “.

Lascia un commento