#Apprendistories. Dalla scuola al lavoro: riflessioni #ApprenEU da Praga

Post pubblicato il 29 Maggio 2019

Un evento speciale dal titolo From school to work – the role of Chambers si è tenuto il 20 e 21 maggio 2019 in diversi luoghi della città di Praga promosso della European Alliance for Apprenticeship  (EAfA) per illustrare ai propri membri, tra cui IFOA, gli sviluppi locali dell’ apprendistato e del sistema duale con un’attenzione particolare al ruolo giocato dalle Camere di Commercio per sostenerne lo sviluppo.

Dopo i saluti istituzionali delle personalità coinvolte nella creazione e promozione dell’evento, organizzato insieme alla Camera di Commercio ceca, con il contributo di ŠKODA Auto ed il Czech Institute of Informatics, Robotics and Cybernetics (CIIRC), la sessione di confronto è partita da specifici quesiti.

  • Cosa serve al mondo della scuola e dell’educazione per allinearsi in maniera efficace ai bisogni del mercato del lavoro? Che ruolo giocano le Camere di Commercio?

È più che mai necessaria una cooperazione programmata tra tutti gli attori coinvolti, veicolata però dalla creazione di metodologie e strumenti funzionali ad un dialogo efficace tra imprese e mondo della scuola. In relazione a questo il supporto, l’innovazione e l’informazione sono le tre funzioni chiave che devono esercitare le Camere di commercio per favorire questo dialogo.

  • Come possiamo risolvere la contrapposizione che sembra esistere tra scuola e modo del lavoro?

I genitori spesso incoraggiano i figli ad intraprendere percorsi universitari, poiché ritengono la formazione tecnico-professionale una scelta secondaria. Il mercato del lavoro ha però un forte bisogno di tutte quelle professioni che sono strettamente connesse ai percorsi di Vocational and Educational Training, che fanno parte della formazione duale e work-based learning. Spesso però la contrapposizione tra mondo della scuola e del lavoro porta ad immaginare un inevitabile conflitto tanto che ci si chiede quale dei due sia il più importante. Ma ha davvero senso porsi questa domanda? Forse, scuola e impresa non dovrebbero trovarsi in una contrapposizione di ruolo e di importanza. La prima, senza la seconda, rimarrebbe completamente priva di direzione e visione sulla realtà. D’altro canto la seconda, senza la prima, rischia di perdere competenze e di non avere più un sistema che sia in grado di generare innovazione e nove idee. Da qui l’esigenza di avvicinare sempre di più questi due mondi, proprio attraverso la formazione duale e l’apprendistato.

Interessanti le visite, programmate dal convegno, a due realtà locali di scuola e impresa:

  • Industrial and IT High School Smichov di Praga è un istituto professionale che sviluppa percorsi formativi fortemente innovativi:  qui gli studenti approcciano i contenuti in laboratori all’avanguardia come quello di cybernetic security o di virtual reality, dove, ad esempio, stanno applicandosi nella costruzione di una smart house.
  • ŠKODA Auto, quartier generale dell’azienda che vanta una Academy interna ben organizzata e fortemente strategica per le politiche di sviluppo dell’impresa. Gli studenti selezionati vengono inseriti in un sistema formativo di alto profilo. Alcuni dirigenti e studenti hanno presentato la scuola descrivendo le attività quotidiane legate alle diverse fasi di produzione delle automobili ŠKODA. Di particolare interesse è l’ “Azubi Car Project”, il progetto annuale dell’Academy in cui gli studenti dell’ultimo anno creano e costruiscono un’auto potendo vantare al termine della loro formazione di aver prodotto un loro modello di ŠKODA.
Dal convegno:
Report  di Lucia Marmiroli
Apprendistato IFOA