Apprendistories: la nostra study-visit a Friedrichshafen per il progetto iidVET

Post pubblicato il 27 Marzo 2019

Dal 26 al 28 febbraio IFOA ha partecipato ad una visita studio a Friederichshafen, nella Germania del sud. Questa visita si inserisce in una serie di workshop e incontri previsti dal progetto iidVET – Improving and Implementing Dual VET, che ha l’obiettivo di migliorare l’attuazione del sistema duale e l’implementazione delle iniziative di work-based learning attraverso il mutuo apprendimento tra 5 diversi paesi europei: Spagna, Portogallo, Italia, Austria e Germania. Le nostre rappresentanti e “croniste” del viaggio, Chiara Muzzi e Lucia Marmiroli, ci raccontano l’esperienza di questi 2 giorni.

“Il primo giorno abbiamo visitato l’azienda IFM, leader nel campo dell’automazione ed elettronica, che da anni utilizza la formazione duale per inserire figure professionali strategiche all’interno del proprio organico. Qui abbiamo incontrato i responsabili della formazione ed alcuni ragazzi, i quali ci hanno raccontato le loro esperienze all’interno dell’azienda come apprendisti assistenti alla gestione della produzione industriale e tecnici IT. La formazione duale adottata dall’azienda prevede una parte di apprendimento teorico a scuola (1 o 2 giorni alla settimana) e il tempo restante di formazione pratica in azienda, nonché dei periodi di mobilità presso altre sedi europee dell’azienda (Francia, Spagna, ecc.). Lo stesso giorno abbiamo anche visitato una VET school che collabora strettamente, tra le varie aziende, anche con IFM, ed è specializzata nel settore dell’elettronica. Qui abbiamo potuto constatare, così come confermato dagli stessi incaricati di gestire e monitorare la formazione degli studenti coinvolti in progetti di formazione duale, che il successo di questo tipo di sperimentazioni, ormai consolidate, risiede nell’incontro di interessi tra scuola e azienda, che collaborano costantemente per raggiungere un obiettivo comune. Non si tratta quindi di un semplice “tollerarsi”, ma di lavoro di squadra, che porta entrambe le parti a favorire l’inserimento lavorativo efficace dei giovani apprendisti. D’altronde, il settore dell’automazione e dell’elettronica è molto importante per questa particolare regione della Germania che, grazie a questi progetti di inserimento lavorativo efficace e di qualità, vanta un tasso di disoccupazione davvero basso, che si aggira intorno al 3%.”

“Il secondo giorno ci siamo recati presso BBW, una scuola professionale a Ravensburg, poco lontano da Friedrichshafen. Le referenti di questa scuola, specializzata nel formare persone appartenenti a categorie svantaggiate come giovani con disturbi dell’apprendimento e/o provenienti da contesti sociali difficili, ci hanno spiegato il ruolo strategico del centro, che ogni giorno lavora per favorire l’apprendimento e l’inserimento lavorativo. L’obiettivo della scuola, infatti, è quello di rendere le persone con fragilità più autonome, preparandole ad affrontare il mondo del lavoro. Questo viene fatto attraverso una formazione sia di tipo tecnico-professionalizzante, che attraverso un supporto psicologico volto a fortificare le capacità di interazione sociale, grazie alla figura professionale del coach. Il tutto, sempre secondo una metodologia di formazione duale, che alla parte teorica affianca una formazione pratica all’interno di diversi ambienti costruiti appositamente con questo intento (officina, laboratorio di lavorazione del legno, aule di disegno grafico, ecc.”

Grazie quindi Chiara e Lucia per essere andate di persona in uno dei luoghi del progetto iidVET e aver varcato le porte di tre realtà che ogni giorno realizzano la formazione attraverso l’innovativo approccio work-based!