#Apprendistories. SET APP convegno finale: l’apprendistato a 360°

Post pubblicato il 28 novembre 2018

C’è bisogno di maggiore informazione per capire in cosa consiste l’apprendistato, a cosa serve, come funziona e come può essere usato al meglio. Il convegno organizzato il 23 novembre 2018 a Bologna da Unioncamere Emilia-Romagna come evento conclusivo di  SET-APP, il progetto di cui IFOA è capofila finanziato dal programma Erasmus plus dell’Unione europea, è stato per i diversi attori dell’apprendistato un momento strategico per conoscere le migliori prassi e le più significative esperienze europee attuate nei paesi partner del progetto, in Italia, oltre che in Francia, Austria e Germania.

Luca Boetti, responsabile IFOA progetti europei, esprime soddisfazione rispetto al convegno da diversi punti di vista:

«Il primo motivo e il più evidente è quello della partecipazione, visto che ci siamo trovati difronte ad una platea multi-attore di 80 persone composta da rappresentanti di scuole, enti di formazione, associazioni di categoria, enti pubblici, soprattutto a livello regionale, ma anche nazionale, come  ANPAL Servizi. Questa varietà è significativa, perché il tema dell’apprendistato non è e non deve essere appannaggio di uno solo di questi stakeholder, ma di tutti congiuntamente: qui sta la valenza di uno strumento che impatta fortemente sulla transizione tra scuola/formazione e lavoro interessa la “comunità”, il territorio, in senso ampio. Senza anche una sola di queste rappresentanze, l’incontro sarebbe stato “monco”. Inoltre abbiamo avuto il contributo di relatori di livello e di rappresentanti di enti pubblici, aziende, scuole, persone che hanno esperienza diretta sul tema apprendistato, persone che hanno potere decisionale in merito, persone in grado di coprire con cognizione di causa e competenza tutte le fasce dell’apprendistato attualmente possibili in Italia».

Durante la conferenza, durata tre ore con 12 presentazioni di cui 4 in Inglese,  hanno raccontato le loro esperienze legate al Progetto SET-APP i rappresentanti dei partner provenienti dai Paesi esteri: Florence Balestas AFPA, Rajaa Bonnamour Agence Nationale de formation Professionnelle des Adultes, Gunnar Binda Arbeit und Leben Hamburg, Gerold Hemetsberger BFI-OÖ Austria, e Francesca Lusenti di IFOA.

Luca Boetti aggiunge:

«Sala piena fino al termine del convegno con diversi interventi finali del pubblico che ha posto domande, richiesto chiarimenti, spiegazioni e approfondimenti. Il confronto si è protratto durante il buffet, occasione ulteriore di scambio di opinioni e momento in cui alcuni partecipanti hanno ragionato sulla fattibilità di collaborazioni future. A Reggio Emilia venerdì 30 novembre, chiudiamo con  un“aperiapprendistato” al quale abbiamo invitato apprendisti ed allievi Ifoa che, per esperienze svolte, rientrano negli obiettivi di SET APP: sono i nostri buoni ambasciatori e la loro testimonianza è il miglior veicolo di promozione di questo strumento».

Set App ha permesso in due anni di lavoro collaborativo tra i partner di realizzare un’indagine sui sistemi di apprendistato e una verifica della trasferibilità dello strumento da un territorio all’altro, di coinvolgere attori pubblici e privati nella stipula di patti per l’apprendistato, un esempio ne è il Patto per il lavoro dei giovani in Emilia Romagna firmato da USR, Agenzia per il lavoro e Unioncamere. Infine Set App ha oggi un sito web in cui, per ogni paese partner del progetto, vengono promossi e sviluppati strumenti per la conoscenza della normativa e delle opportunità offerte dall’apprendistato.

Ascolta anche l’intervista fatta a fine convegno!

Silvia Lodesani
Ifoa

Lascia un commento