Tutti i post della categoria 'Orientamento e ricerca attiva del lavoro'

05 Giugno

Mentre frequentano ancora la scuola, gli studenti dovrebbero avere maggiori opportunità di interagire con il mondo del lavoro.

 

Lo Chef è una persona che ha competenze e conoscenze a tutto tondo su tutto quello che si fa in cucina”.

Queste sono le parole di chef e ristoratori intervistati da IFOA durante i focus group del progetto Erasmus+ CulinArt,  realizzati tra marzo e aprile in collaborazione con Fondazione FICO e l’Associazione Chef to Chef Emilia Romagna Cuochi, con l’obiettivo di condurre un’analisi sui fabbisogni formativi del settore ristorazione e far emergere il gap di competenze tra istruzione e formazione e mercato del lavoro.

Il 1′ aprile all’Antica Corte Pallavicina di Parma, all’interno della Manifestazione Cento Mani di questa Terra, e a Bologna Il 27 marzo presso FICO EATALY WORLD  sono stati organizzati diversi incontri e interventi con la partecipazione di stakeholders della ristorazione, chef stellati, cuochi, ristoratori, studenti del percorso IFTS tecnico del prodotto agroalimentare Made in Italy di IFOA, docenti universitari e formatori, che insieme hanno affrontato il tema dell’adeguatezza dell’offerta formativa finalizzata ad incrementare le competenze richieste dal settore ristorazione. I risultati di questo confronto ci dicono che le competenze da rafforzare durante la  formazione sono soprattutto le soft skill: per dirla all’inglese, visto che CulinArt è internazionale, managerial competences, control-management, team-working, stress and time management, cultural skills e open-mindness, sono considerate competenze chiave sia per l’inserimento nel settore sia come supporto alle competenze tecniche.

Poi è risultata di fondamentale importanza fare una buona esperienza pratica durante il percorso di formazione così come visitare diverse strutture in diversi paesi per favorire la contaminazione delle competenze e portare innovazione in cucina, inteso come luogo di esperienza e cultura.

Passion, Attitude, Motivation sono anche gli elementi imprescindibili per intraprendere la professione di Chef e andrebbero già verificate in fase di orientamento precede la fase di istruzione/formazione.

Con CulinArt si vuole migliorare la qualità  dell’ istruzione e formazione professionale nelle arti culinarie. Come prosegue il progetto?

Il team di esperti sta già lavorando allo sviluppo della nuova qualifica partendo dal profilo dettagliato per l’occupazione dello Chef e sulla base dei risultati delle attività di ricerca sviluppate nei focus group. Prossimamente verrà compilato un curriculum incentrato su due componenti della formazione,  il work based learning e l’ e-learning da abbinare alla mobilità internazionale, e seguirà poi lo sviluppo di uno standard di valutazione dei requisiti specifici che gli allievi devono soddisfare per avere successo.

Ci aspettiamo che i nostri esperti consegnino i risultati nei prossimi mesi: continuate a seguirci per rimanere aggiornati!

03 Giugno
Per DYNA-MEC gli studenti del “Da Vinci” di Parma realizzano una ricerca su Industria 4.0DYNA-MEC  è un piano formativo per il settore metalmeccanico realizzato…
29 Maggio
#Apprendistories. Dalla scuola al lavoro: riflessioni #ApprenEU da PragaUn evento speciale dal titolo From school to work – the role of Chambers si…
10 Aprile
#Apprendistories: Ifoa al Parlamento Europeo per partecipare ad un evento dedicato alla mobilità degli apprendistiIfoa, in quanto membro della European Alliance for Apprenticeship, ha…
06 Marzo
Progetto UMJ. Misuriamo le soft skills dei giovani per renderli consapevoli e più sicuriCi teniamo molto a dire che le soft skills sono fondamentali per essere assunti,…