Per la Festa dell’Europa sette riflessioni a confronto. In IFOA!

Post pubblicato il 09 Maggio 2019

Oggi, 9 maggio, è la Giornata dell’Europa.

Contribuiamo alla celebrazione dell’anniversario della nascita dell’Unione Europea con le riflessioni di Rosita, Carmelo, Daniele, Lucia, Paola, Cosetta e Salvatore che partecipano in modo particolare all’Europa, lavorando quotidianamente allo sviluppo dei diversi progetti europei di cui IFOA è guida o partner.

4 SPUNTI E 7 OPINIONI A CONFRONTO

Quali sono le 3 parole da associare a “Europa”?

  • Opportunità, Storia, Unione
  • Unità, Sicurezza, Integrazione
  • Libertà, Stabilità, Condivisione
  • Integrazione, Complessità, Diversità
  • Futuro, Pace, Storia
  • Pace, Cittadinanza attiva, Mobilità senza barriere
  • Dinamismo, Socialità

Partecipare personalmente a un progetto europeo che significato ha per te? 

  • Avere la possibilità di scambiare conoscenze e vedere le cose attraverso nuovi punti di vista.
  • Allargare i propri orizzonti.
  • Arricchimento: lavorare con approcci culturali che hanno sfumature diverse, sono una ricchezza e un’occasione di confronto e crescita personale.
  • Avere l’opportunità di imparare da professionisti e contesti diversi dal nostro cose da riportare qui per lo sviluppo di nuove idee.
  • Soddisfazione.
  • Avere la possibilità di conoscere nuove persone di diverse culture e lingue.
  • Vivere il confronto ed imparare ad imparare.

Cosa impara e porta a casa IFOA dai progetti europei?

  • Nuove metodologie, nuove modalità di cooperazione, nuovi contenuti.
  • Nuove metodologie formative.
  • L’opportunità di uscire da logiche e visioni troppo locali e provinciali e confrontarsi con contesti simili ai nostri ma esperienze e sensibilità diverse.
  • Diversi approcci alla formazione, adottare punto di vista integrato, fare ricerca e sviluppo.
  • Il diverso ti insegna sempre qualcosa.
  • Best practices da poter applicare alla propria attività in Italia.
  • Innovazione, cambiamento, inversione di tendenza. 

La cosa più strana o curiosa che hai scoperto partecipando a un progetto europeo?

  • La possibilità di unire attività simili, fare sinergia tra vari finanziamenti all’interno di una strategia comune per ottimizzare l’utilizzo delle risorse… cosa molto rara in progetti finanziati al livello istituzionale in Italia.
  • Lo stile di vita spagnolo.
  • Più ci si confronta con partner europei, più si realizza che abbiamo bisogno gli uni degli altri, perché portiamo le nostre ricchezze e siamo complementari.
  • Ci devo pensare!
  • La naturalezza della comprensione interlinguistica e interculturale.
  • L’amore tipico degli italiani per il “buon cibo”, per il “godersi la vita”, per il “gozzovigliare” non caratterizza necessariamente tutti i popoli europei.
  • Gli spazi aperti e sociali all’interno delle scuole e dei centri di formazione (VET).

GRAZIE EUROPA!

da

Rosita Lamacchia – progetto CREOPSS+
Carmelo Ambrogio – progetto 3D4VET
Daniele Garuti – progetto UMJ
Lucia Marmiroli – progetto iid VET
Paola Righi – progetto CREOPSS+
Cosetta Soragni – progetto PEACE with ICT
Salvatore Giametta – progetto IC EU