PratiCARE la sicurezza: promuovere la salute è un ottimo investimento!

Post pubblicato il 02 ottobre 2018


La promozione della salute e del benessere lavorativo, come documentato in modo autorevole dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, consente di ridurre le assenze per infermità di natura non solo infortunistica. Tramite un’analisi delle cause e dei costi, infatti, si arriva ad identificare efficaci misure di tutela, che includono controlli medici, adattamenti del lavoro per ridurre gli infortuni e malattie professionali, formazione ai corretti stili di vita (es. attività fisica e alimentazione sana).

«Migliorare lo stile di vita consente di favorire un buono stato di salute» spiega Gabriele Torcianti, dottore in Scienze Motorie, «per questa ragione realizziamo in azienda iniziative di formazione e attività che rendono i lavoratori più consapevoli e in grado di prendersi cura di sé stessi». In aggiunta ai doverosi interventi tecnici e organizzativi è possibile, in questo modo, ottenere una conoscenza diffusa dei motivi delle assenze per malattia, così da mettere in atto comportamenti che, ad esempio, determinano una riduzione dei disturbi muscolo-scheletrici e degli infortuni.

di Federico Ricci
Psicologo del lavoro e della comunicazione UNIMORE
docente IFOA

Lascia un commento