Progetto Intermove for Trainers: siamo stati a Rimini per un percorso sull’intercomprensione (IC) studiato per gli studenti stranieri della facoltà di Radiologia

Post pubblicato il 30 Gennaio 2020

Intermove for trainers

Perché tutto questo? Immaginate un professionista dell’area sanitaria: un radiologo, un infermiere, un’ostetrica che ogni giorno in ospedale ha a che fare con centinaia di persone. Pazienti e familiari generalmente in una specifica condizione di necessità e/o fragilità. La relazione di aiuto e di supporto richiede una preparazione specifica che non finisce mai, immaginate una corsia o una sala parto dove gli spazi sono condivisi tra persone di varia nazionalità (e lingua) con approcci al contesto molto diversi. Capire cosa fare, farsi capire sul come sia opportuno comportarsi, comunicare… diventano operazioni decisive, che richiedono tempo dove a volte questo tempo a disposizione tende a ridursi sempre più. Là l’approccio dell’intercomprensione può rappresentare uno strumento ulteriore per migliorare la gestione di questo momento comunicativo e relazionale tra lingue, linguaggi, discipline, persone, e ambiti differenti.

Come? Abbiamo studiato un percorso che possa sfruttare gli strumenti e l’approccio dell’IC così come sviluppato attraverso progetti internazionali come IC EU e INTERMOVE FOR TRAINERS, in supporto alle docenze specifiche del percorso formativo di Radiologia come Psicologia della relazione di aiuto e di supporto (coordinata dal Prof. Gioele Santucci).

Cosa? Abbiamo ideato una serie di laboratori formativi che combinano l’insegnamento della Lingua italiana L2 (16 h) con l’approccio plurilingue e interculturale proprio dell’IC (20 h). Il gruppo può così apprendere a gestire situazioni di interazione comunicativa in contesti multi-lingue e multi-linguaggio. Provenienza dei partecipanti da: UK, Irlanda, Belgio (area fiamminga), Svezia, e Portogallo.

Intermove for Trainers è in continua evoluzione e al servizio di una società che ha sempre più bisogno di abbattere le barriere comunicative tradizionali. Seguite il progetto su www.inter-move.eu/en/home