#RaccontaciIFOA: la storia di Alessandro Dileo. Responsabile Marketing. Andria-Barletta-Trani.

Post pubblicato il 31 ottobre 2013

raccontaci-la-tua-storia1

Alessandro ha lavorato nella sede IFOA di Bari per 9 anni; di quell’esperienza dice: “Dal punto di vista umano, ad oggi, è stata l’esperienza che più mi ha segnato”.

 

… un viaggio verso il futuro…

Imbustando diverse centinaia di lettere, per un mailing: così è iniziata la mia prima attività in IFOA.

Con la collega Ester Petronella.

Avevo 30 anni, una laurea in economia, un’abilitazione per la libera professione di dottore commercialista. Mi rimettevo in gioco, con grande umiltà, per una nuova esperienza professionale.

Stiamo parlando di aprile 1999. Rifiutai, per quel lavoro, di fatto un impiego pubblico in Lombardia. Non mi sono mai pentito di quella scelta.

Avevo sostenuto un colloquio con Vito Brugnola e Angela Gioino, per un tutoraggio per i corsi Coop… mi proposero poi, in realtà, di affiancare gli studenti dei Diplomi Universitari della Facoltà di Economia e Commercio di Bari, nelle attività integrative che organizzava IFOA. Bellissimo progetto, che si poneva l’obiettivo, attraverso un percorso biennale, di integrare le attività didattiche universitarie, con attività di carattere professionalizzante, che terminavano con uno stage finale di 3 mesi in azienda. Ne divenni poi, per le edizioni successive il coordinatore.

E poi:

– Parco Progetti: centinaia di laureati coinvolti in percorsi diretti all’inserimento in azienda, Testimonianze di direttori del personale di FIAT, BARILLA, ma anche di piccole e medie imprese locali. Tutte per la prima volta alla Facoltà di Economia di Bari;

– Corsi di alta formazione post laurea in marketing e controllo di gestione;

– Percorsi per operatori aziendali con modalità mista (formazione a distanza e incontri d’aula).

Tantissime sono state le iniziative su cui ho avuto il piacere di misurarmi.

Ogni volta apprendevo qualcosa. Crescevo. Anche se, a volte, non me ne rendevo conto.

L’esperienza in IFOA è stata bellissima.
La prima parte è stata addirittura entusiasmante, con un gruppo di colleghi animati dalla voglia di costruire qualcosa di importante, di lasciare un segno nel territorio di appartenenza, di portare sviluppo là dove eravamo nati e di accompagnare giovani della nostra terra, alla realizzazione di un sogno.

In 9 anni di collaborazione ho conosciuto centinaia e centinaia di persone, per lo più giovani universitari con sogni (in realtà sempre meno ambiziosi) e molte incertezze.
Sono cresciuto umanamente prima e professionalmente poi.
Ho imparato a relazionarmi, ma anche a fare controllo di gestione, a progettare percorsi formativi, ma anche a coordinare progetti complessi, con il mito di Gandellini prima e di Elisa Capozzi dopo, dai quali ho imparato il marketing e la centralità del Cliente.
Ho migliorato tantissimo la capacità di capire le persone, di conoscerle, di apprezzarle.

Dal punto di vista umano, ad oggi, è stata l’esperienza che più mi ha segnato.
Non tanto per la qualità dei rapporti con i colleghi (indimenticabile con diversi di loro), quanto per l’attività stessa. Si lavorava sui sogni, sulle potenzialità, sullo sviluppo.

A tempo pieno ho lavorato per molti anni. Poi, in un momento di difficoltà di mercato (nel frattempo mi ero sposato) e nel pieno di un cambiamento personale, ho abbinato il lavoro in IFOA con quello in una società di consulenza di direzione aziendale prima, per poi approdare in Mediagraphic, società leader in Italia nel coordinamento della pubblicità legale, come responsabile marketing.

Dal 2011 ne ho assunto anche la responsabilità commerciale, insieme a quella di Mediaconsult, società di essa partner.
Complesse e variegate sono oggi le mie responsabilità: attività in tutta Italia, viaggi, sviluppo di partnership, lancio di nuovi servizi, coordinamento di una trentina di colleghi per tutte le attività commerciali, supporto alla proprietà nelle scelte strategiche. E’ nata anche una importante attività formativa per la Pubblica Amministrazione. L’azienda ha cambiato in questi anni completamente volto, diventando riferimento in Italia per le Pubbliche Amministrazioni, nel campo della consulenza e della formazione in materia di appalti pubblici. Mi piace l’idea di aver contribuito a questo profondo mutamento, a questo importante sviluppo, che oggi dà da vivere ad oltre 40 famiglie.

Nella mia attività lavorativa quotidiana c’è molto di IFOA. Fondamentale è stato l’allenamento in quel bellissimo laboratorio di idee, di progetti, di lavoro.

C’è l’attenzione verso le persone, c’è la capacità di lavorare sotto stress, di trovare soluzioni, di avere una visione, di guardare lontano, di sapersi assumere responsabilità, di mantenere la lucidità anche nelle situazioni più difficili, che sono tante in questo particolare momento storico.

Quando ero dentro, molte cose non le vedevo, anzi erano diversi gli angoli scuri che non mi piacevano.

Ho imparato anche da quello, dagli errori fatti in prima persona e da quelli subiti, o che quantomeno ho ritenuto o ritengo tali.

Non posso che dire grazie a tutti i colleghi di IFOA Puglia, che con diversi ruoli mi hanno insegnato ognuno qualcosa.

Un grazie particolare a Vito Brugnola che mi ha dato la possibilità di vivere questa bellissima esperienza professionale e umana, e ai colleghi di sempre che porto veramente nel cuore: Ilaria, Mariella, Francesca, Ester, Angela e Gennaro (!!!) e agli altri tutti, che hanno arricchito il mio bagaglio personale e professionale.

 Questa è la storia di Alessandro: vuoi farla vincere?  Condividila!

Lascia un commento