TeleICCE project: freelance e PMI alla prova sulle piattaforme innovative

Post pubblicato il 30 luglio 2018

TeleICCE – Promotion of Teleworking and Massive Open Online Course (MOOC) Training for Increased Cluster Competitiveness and Employment – è un nuovo progetto europeo, finanziato dal Programma Interreg V-A Grecia Italia 2014 –2020, che ha l’obiettivo di promuovere l’adozione di modelli innovativi di telelavoro, business-to-freelancer (B2f),  e di formazione su piattaforme MOOC per migliorare la competitività delle PMI e l’occupazione di freelance e professionisti.

Partner greci e italiani, tra cui IFOA, si sono incontrati per la prima volta il 19 e 20 luglio a Patrasso in Grecia presso l’Università “HELLENIC OPEN UNIVERSITY”, sede legale ed operativa del Lead partner, per la prima presentazione ufficiale di TeleICCE.  Le due giornate sono state fondamentali per allineare tutti gli attori su finalità e risultati attesi dal progetto ma anche su strumenti, modalità, tempistiche e ruoli da adottare per realizzarlo.

TeleICCE mira a creare nelle PMI e nei liberi professionisti la consapevolezza che i modelli innovativi di telelavoro Business-to-freelancer (B2f), già servito da molte piattaforme (Upwork, Freelancer, Guru, ecc.), ma fino ad ora scarsamente utilizzato, e le piattaforme MOOC presenti sul web (come Coursera, FutureLearn, P2PU etc.), sono facilitatori del lavoro, della conoscenza delle tecnologie, della comunicazione e dello sviluppo strutturato delle competenze. Attraverso la sensibilizzazione, la formazione e l’attuazione di progetti pilota settoriali che fungeranno da migliori prassi TeleICCE dimostrerà come PMI e professionisti possono sfruttare al meglio il valore aggiunto di queste piattaforme per trarne molti benefici come ad esempio la riduzione dei costi operativi con l’applicazione del telelavoro, l’accesso alle competenze di persone geograficamente lontane, il miglioramento della forza lavoro con l’apprendimento a distanza tramite Mooc,  la creazione di opportunità di lavoro per persone che sono abili ma che, per motivi temporanei o permanenti, sono  impossibilitate a unirsi fìsicamente alla forza lavoro in azienda.

Cosa intende implementare TeleICCE concretamente?

  • Una metodologia formativa per l’integrazione del modello di business B2f all’interno di micro, piccole e medie imprese, con l’aggiornamento del business plan: saranno 90 le microSME formate e 60 i business plan aggiornati
  • Una metodologia formativa per aggiornare le competenze dei liberi professionistI: saranno 180 i freelancers coinvolti  e 120 i Career Paths aggiornati
  • Una serie di applicazioni pilota (contabilità&finanza / consulenza / ITC / imprenditoria sociale) per una collaborazione coinvolgente tra PMI e liberi professionisti
  • L’istituzione di un Multipurpose Centers (Centri Polifunzionali) in ciascuna regione coinvolta nel progetto: Regione Puglia (IT), Corfu (GR) e Patrasso (GR).
  • Una strategia per lo sviluppo dell’imprenditorialità ed il miglioramento dell’occupazione, basata sull’economia del crowdsourcing

Tutte le attività del progetto saranno sviluppate congiuntamente da due partner accademici greci, Hellenic Open University & Ionian University, due rappresentanti del mercato, Camera di Acaia e CNA di Brindisi e da IFOA. Inoltre, il Ministero greco della Pubblica Istruzione, Ricerca e Affari Religiosi è l’attore responsabile delle politiche che monitorerà lo sviluppo del progetto e contribuirà all’integrazione delle politiche Italia – Grecia.

Silvia Lodesani
IFOA

Lascia un commento