Tutorbot – A Barcellona per capire come si allena un chatbot per essere un tutor

Post pubblicato il 28 Ottobre 2019

tutorbot barça

IFOA ospite di CEPS Barcelona, il 15 e 16 ottobre ha superato anche le proteste catalane per partecipare al terzo meeting del progetto TUTORBOT VET dove i lavori della partnership si sono concentrati sulle metodologie di addestramento per i chatbot.

Natural Language Engine, ecco la prima cosa da allenare, che permetterà al chatbot di interagire con una conversazione sempre più fluida e di riconoscere le frasi, i messaggi, e le richieste degli allievi. Poi i contenuti formativi, da strutturare non classicamente come moduli di apprendimento (ovvero dal punto di vista del docente), ma piuttosto per argomenti di interesse e parole chiave (ovvero dal punto di vista dell’allievo).

Riconoscimento linguistico lessicale, supporto pedagogico formativo, il tutto automatizzato grazie a un motore di intelligenza artificiale. Utile? Efficace? Seguiteci in questo esperimento per scoprirlo insieme, IFOA sta lavorando per allenare un chatbot che supporterà i moduli formativi dedicati al marketing… restate sintonizzati!